Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Sorvegliato speciale, ma i carabinieri non lo trovano in casa: “Stavo dormendo”

Per l’uomo sono comunque scattate le manette e gli arresti domiciliari

Foto d'archivio

Pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, aveva l’obbligo di restare a casa di notte. Per lui il coprifuoco imposto dal giudice scattava alle 22 e terminava alle 6 di mattino.

Peccato che durante un controllo, i carabinieri di Darfo non abbiano trovato il 56enne sorvegliato speciale. L’uomo, di casa nel paese camuno, avrebbe risposto al campanello solo parecchie ore dopo, a suo dire, non perché fosse altrove ma perché il sonno profondo non gli aveva consentito di sentire il citofono e rendersi conto del controllo.

Una giustificazione che non gli ha consentito di evitare l’arresto per la violazione degli obblighi. Il sonno pesante gli è pure costato parecchio: questa volta il giudice ha disposto una misura cautelare più pesante, sottoponendolo agli arresti domiciliari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorvegliato speciale, ma i carabinieri non lo trovano in casa: “Stavo dormendo”

BresciaToday è in caricamento