Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Detenuto in permesso, lo trovano al volante dell'auto ubriaco fradicio

Pe l'uomo, un 36enne camuno, si sono nuovamente aperte le porte del carcere di Canton Mombello.

Più volte in manette, per reati contro il patrimonio e spaccio, aveva trascorso parecchi anni in carcere, salvo poi accedere alla semilibertà e, dopo le feste di Natale, godere pure di uno speciale permesso che gli consentiva di restare a casa anche durante la notte.

Un'opportunità che l'uomo, un 36enne camuno specializzato nei furti e nella ricettazione di moto e ciclomotori, si è giocato malissimo. 

Nella serata del 10 gennaio, poco prima che rientrasse a casa, è stato fermato mentre era alla guida della sua auto dai carabinieri del Radiomobile di Darfo. E per lui sono ricominciati i guai: si era messo al volante dopo aver bevuto, e anche parecchio.

I risultati dell'alcol test non hanno lasciato spazio a dubbi: il tasso etilico rilevato nel suo sangue era di 1,67 g/l, ben tre volte superiore al limite fissato dalla legge. Immediatamente era scattato il ritiro della patente il sequestro della sua auto: una Smart.

I militari di Darfo hanno ovviamente messo a conoscenza l’autorità giudiziaria dell'accaduto e al 36enne è stato revocato il beneficio precedentemente concesso: per lui si sono definitivamente aperte le porte del carcere di Canton Mombello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto in permesso, lo trovano al volante dell'auto ubriaco fradicio

BresciaToday è in caricamento