Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Folle di gelosia, cerca di gettare l'ex moglie in un burrone

Arrestato (e subito rilasciato) un insospettabile professionista di Darfo

Accecato dalla gelosia, minaccia di uccidere l'ex moglie gettandola in un burrone. E' successo martedì nella zona di Angolo Terme. L'uomo, un insospettabile professionista 43enne di Darfo, è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di stalking e violenza privata. Subito rimesso in libertà, il giudice ha però disposto una diffida che gli impedisce di avvicinarsi alla donna.

Stando a una prima ricostruzione, sembra che il 43enne non abbia mai accettato la separazione dalla moglie, con la quale ha avuto tre figli. Dopo averla convinta a farla salire in auto, tre giorni fa l'ha condotta sull'orlo del fiume Dezzo. Qui avrebbe tentato di spingerla in un burrone: voleva che l'ex compagna gli consegnasse il telefono cellulare, per risalire all'identità del suo presunto amante. Lei è però riuscita a divincolarsi e a fuggire, correndo incontro ai carabinieri che già la stavano cercando a seguito di una segnalazione.

Sembra inoltre che ci sia un precedente altrettanto grave, raccontato in una delle tante denunce presentate alle forze dell'ordine, secondo cui il 43enne avrebbe tentato di affogare l'ex compagna nelle acque del fiume Oglio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folle di gelosia, cerca di gettare l'ex moglie in un burrone

BresciaToday è in caricamento