menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Ferito da un proiettile mentre guida, svolta nelle indagini: nei guai due cacciatori

I carabinieri avrebbero individuato i responsabili del ferimento di Giacomo Gazzoli, colpito da un proiettile 'vagante' mentre era in auto con la moglie

Un colpo sparato per uccidere un animale di grossa taglia che ha invece colpito in pieno un'auto e il guidatore. Sarebbe questa la dinamica di quanto accaduto domenica pomeriggio a Corteno Golgi: in via Antonio Schivardi, appena fuori in centro abitato. Il proiettile sarebbe partito da un chilometro di distanza, finendo poi per forare la carrozzeria di una Peugeot 206 e la schiena dell'automobilista.

Svolta nelle indagini sul ferimento di Giacomo Gazzoli, il 71enne di Braone, colpito alla schiena da un proiettile esploso da un fucile da caccia. L'uomo versa ancora in gravi condizioni: è ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale Civile di Brescia. Le schegge del proiettile avrebbero colpito un rene e un polmone e i medici hanno dovuto intervenire d'urgenza per salvare i due organi.

Dopo aver escluso l'atto doloso - secondo i carabinieri il colpo non è stato esploso per ferire il 71enne - gli inquirenti sarebbero sulle tracce dei cacciatori che domenica, in barba ai divieti, avrebbero sparato per uccidere un animale di grossa taglia, finendo però per colpire l'auto sulla quale viaggiava l'anziano con la moglie, rimasta illesa. Si tratterebbe di due uomini residenti proprio a Corteno Golgi.

Una storia che ha dell'incredibile: nessuno dei due avrebbe udito il rumore dello sparo, finché all'improvviso il 71enne alla guida non si è accasciato al volante. La donna ha pensato inizialmente si trattasse di un malore, poi ha notato il sangue scorrere copiosamente dalla schiena: immediata la chiamata al 112, che ha mobilitato ambulanza e automedica, oltre all'elicottero decollato dal Civile che ha poi provveduto al trasporto in ospedale, al Civile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento