rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Desenzano del Garda

"La situazione è drammatica: i farmaci scarseggiano, finite le scorte di Respiratori"

Il drammatico messaggio di Nicola Petrucci, direttore dell’unità operativa di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale di Desenzano

"Gentili amici, mi permetto di darvi un cenno riguardo alla situazione COVID del nostro ospedale", inizia così il messaggio di Nicola Petrucci, direttore dell’unità operativa di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale di Desenzano.

"La situazione è drammatica, molto poco percepita al di fuori degli ospedali - continua il messaggio -. I contagiati arrivano a frotte. Abbiamo dovuto destinare 2 piani del nostro ospedale ai COVID postivi. Io ho ricoverato in rianimazione 9 malati gravissimi, età 47-71 anni. Avevamo 6 posti di terapia intensiva, ora sono 13. Siamo stati colti di sorpresa, e in 24 ore mettere su una struttura organizzativa è stata una impresa titanica. Abbiamo scarsità di farmaci per i malati più gravi".

"Ci stanno arrivando nuove apparecchiature, ma anche la aziende hanno esaurito le scorte di Respiratori, di pompe infusionali, di dispositivi di protezione - scrive ancora Petrucci -. I turni dei personale sono raddoppiati, e lavorare con le tute di protezione è faticosissimo. Dopo alcune ore si necessita del cambio. Ferie e riposi cancellati".
 
"Lo sforzo che si sta facendo è enorme, ma sarà tutto inutile se non si ferma il contagio! Tra contagiati che arrivano c’è tanta incoscienza e superficialità. La situazione è grave, per noi affrontarla è un dovere, ma anche una sfida, professionale ed umana. È imperativo rispettare le norme di sicurezza", conclude il medico bresciano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La situazione è drammatica: i farmaci scarseggiano, finite le scorte di Respiratori"

BresciaToday è in caricamento