Coronavirus, i casi accertati salgono a 531: "Lezioni sospese per un'altra settimana"

Il punto sull'emergenza Coronavirus di Regione Lombardia.

Venerdì sera, durante la consueta conferenza stampa a Palazzo Lombardia, sono stati comunicati gli ultimi dati in merito alla diffusione del Coronavirus nella nostra regione. Al tavolo, oltre agli assessori, i maggiori esperti infettivologi della Lombardia, ai quali è stato sottoposto il piano relativo alle misure da adottare la prossima settimana per contenere la diffusione del virus. Il documento è stato presentato al Governo.

I casi accertati

Il numero delle persone contagiate continua a salire: giovedì erano 403, l'ultimo dato è di 531 positività al virus, con 235 lombardi ricoverati in ospedale. A preoccupare maggiormente sono i quadri clinici delle 85 persone che si trovano in terapia intensiva.

"A fronte dei dati, e ragionando in vista della scadenza di domenica, abbiamo elaborato un piano che abbiamo voluto sottoporre ai maggiori esperti lombardi di malattie infettive" ha detto l'assessore al welfare Giulio Gallera. 

I morti per Coronavirus

Nella giornata odierna si sono registrati altri 3 decessi: "Tutte persone anziane o con un quadro di salute compromesso" ha specificato l'assessore. In Lombardia sono in tutto 17 le persone decedute risultate positive al coronavirus.

Contenere la diffusione del virus per non mandare in crisi il sistema sanitario

"La diffusione è ancora circoscritta e l'incidenza è alta in pochi territori, pari al 3% della popolazione - ha spiegato Gallera-. Si tratta del Lodigiano, del Cremonese, e di parte della Bergamasca. Il virus clinicamente non dà problemi, è risolvibile nel 90% dei casi. Solo gli anziani hanno bisogno di passare dalla terapia intensiva." 

Dalle indagini effettuate negli ultimi giorni è emerso che ogni paziente contagiato trasmette il virus ad altre due persone, quindi: "È necessario contenere il virus il più possibile, per non mandare in tilt le strutture sanitarie. Gli ospedali che si trovano nelle zone più colpite dall'infezione, sono già in grave difficoltà. Regione Lombardia vuole mantenere per un'altra settimana le misure dell'ordinanza in atto - ha concluso l'assessore al welfare - con opportune modifiche, per contenere e rallentare l'epidemia". 

Scuole chiuse anche la prossima settimana: la proposta è al vaglio del Governo

"Abbiamo chiesto di mantenere in vigore la sospensione dell'attività didattica delle scuole di ogni ordine e grado" ha poi specificato l'assessore Davide Caparini. La richiesta è ancora al vaglio del consiglio dei ministri che, nelle prossime ore, deciderà se accoglierla o meno."

"Gli istituti dotati di 'smart learning' (lezioni a distanza) possono attuare questo tipo di pratica. È un esempio di come si può migliorare la situazione. " Ha spiegato il vicepresidente della regione Fabrizio Sala.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Un uomo e un ragazzo fanno sesso sul ciglio della strada: multa da 20.000 euro

  • Apre nuovo supermercato: maxi-store da 3.800 mq aperto tutti i giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento