Il semaforo che non perdona: 500 multe e 150mila euro

I numeri del rilevatore di infrazione semaforiche agli stop di Via Roma e Via Brescia a Coccaglio: in nove mesi si registrano circa 500 multe, e sanzioni per 150mila euro

Quasi 500 multe in nove mesi, quasi due al giorno, con verbali accertati che arrivano a sfiorare i 150mila euro, 146mila euro per la precisione. Di questi però ne sono stati riscossi circa 100mila: e il 30% degli incassi verrà dirottato all'azienda responsabile degli impianti. Sono questi i numeri dei rilevatori di infrazioni semaforiche del Comune di Cologne: uno in Via Brescia, l'altro in Via Roma.

La sanzione minima secondo il Codice della Strada è di 162 euro, quella massima di 646: è prevista poi una decurtazione di 6 punti dalla patente. Esistono poi soglie di rischio: non si esclude infatti la sanzione nemmeno quando si supera la linea d'arresto, anche se le multe sono più 'leggere'. Da 41 a 168 euro.

Anche non riuscire a fermarsi in tempo è indice di reato: significa che si sta superando il limite di velocità. Il tempo limite per il semaforo giallo infine è di 3 secondi, come disposto da una circolare del Ministero dei Trasporti ancora del 2007. 

A Cologne intanto si preannunciano grandi novità: entro il prossimo anno dovrebbe andare definitivamente in porto il progetto di fusione con la Polizia Locale della vicina Coccaglio, per andare a formare un corpo unico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento