Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Collio: coltelli e bastoni, perquisizioni nelle case dei neofasciti

L'operazione della Questura dopo gli scontri all'hotel dei profughi. Emessi 14 fogli di via dal territorio comunale: resteranno in vigore per tre anni

Il materiale sequestrato © Bresciatoday.it

COLLIO. In relazione agli scontri presso l’hotel che ospita i profughi a San Colombano, risalenti allo scorso 5 settembre, la Questura di Brescia ha emesso 14 fogli di via nei confronti di altrettante persone, allontanate così dal territorio comunale.

Undici dei provvedimenti emessi hanno la durata di 3 anni e si riferiscono a militanti di estrema destra (ultras e skin heads) che, nel corsa della manifestazione, hanno provato ad avvicinarsi minacciosamente al corteo antagonista, tentativo scongiurato dall’intervento dagli agenti di polizia, aggrediti con calci, spinte e cinghiate.

Sono state inoltre perquisite le case dei soggetti più violenti. L’operazione ha portato al sequestro di un coltello, di una mazza da baseball e di un manganello telescopico.

Altri 3 fogli di via obbligatori da Collio hanno riguardato tre persone di area “antagonista”, accusate di aver violato le prescrizioni emesse dal Questore ed intralciato la circolazione stradale, “contribuendo ad innalzare ulteriormente i rischi per l’ordine e sicurezza pubblica”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Collio: coltelli e bastoni, perquisizioni nelle case dei neofasciti

BresciaToday è in caricamento