Cronaca Coccaglio

Orrore in negozio: dipendenti (in nero) costretti a urinare in un bidone

Denunciata la titolare dell'attività abusiva

Blitz della polizia locale del Monte Orfano in un negozio dell’usato situato nella zona industriale di Coccaglio: oltre a essere abusivo - non era mai stata presenta la segnalazione certificata di inizio attività e non era quindi registrano alla Camera di Commercio - al suo interno venivano impiegati lavoratori in nero.

Operai stranieri  costretti - come si legge nella nota diffusa dalla Locale - ad utilizzare un bidone per espletare i propri bisogni fisici. Uno di loro, un ragazzo di origine marocchina, era pure irregolare sul territorio italiano: pare vivesse stabilmente all’interno dei locali dove veniva stoccata e venduta merce usata. Come se non bastasse, è stato anche scovato un abuso edilizio: un magazzino di circa 50 metri quadrati sprovvisto delle necessarie autorizzazioni.

La titolare dell’attività, una 40enne italiana di casa a Corte Franca, è stata denunciata per aver impiegato lavoratori clandestini, ma nei guai è finito anche il proprietario dell’immobile, deferito per l'abuso edilizio, e l'operaio irregolare. Le multe non si sono fatte attendere: in tutto ammontano a 5164 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orrore in negozio: dipendenti (in nero) costretti a urinare in un bidone
BresciaToday è in caricamento