rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cronaca Via San Polo

Blitz della Forestale, al circo di San Polo cani truccati da panda

Denunciati i titolari del circo Nelly Orfei, attualmente stanziato a San Polo di Brescia: blitz della Forestale su segnalazione di un'associazione animalista. Due cani chow chow erano stati truccati e 'spacciati' per cuccioli di panda

Il Corpo Forestale dello Stato, sezione di Brescia, ha posto sotto sequestro due cuccioli di chow chow, caratteristico cane di origini orientali e dal manto bianco, che erano stati truccati e mascherati per assomigliare a due cuccioli di panda, e diventare dunque la prima attrazione del circo Nelly Orfei che proprio in questi giorni si era stanziato nell’area apposita in zona San Polo.

I titolari del circo sono stati denunciati per falsa documentazione e maltrattamento di animali. Anche se, pare, che i due cuccioli non siano messi così male, ancora in buona salute fatta eccezione per un’eccessiva lacrimazione agli occhi, dovuta forse al pesante trucco, forse ai flash di cellulari e macchine fotografiche.

Erano stati ‘piazzati’ all’ingresso del circo, poco prima degli spettacoli. Attrazione preferita per bambini e famiglie, pronti a farsi scattare una fotografia in loro compagnia, ovviamente a pagamento. La segnalazione sarebbe arrivata da un’associazione animalista: immediato il blitz della Forestale, questa volta a colpo (quasi) sicuro.

I cani arrivavano dall’Ungheria, importati illegalmente. Sulla documentazione risultavano essere panda, e di sei mesi d’età: secondo i primi responsi veterinari dovrebbero essere ancora più giovani. Paradossale la reazione dei circensi, che avrebbero negato ogni responsabilità: “Da che mondo è mondo – avrebbero detto agli agenti – non è possibile truccare gli animali”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz della Forestale, al circo di San Polo cani truccati da panda

BresciaToday è in caricamento