Fulmine colpisce la chiesa, paura tra i fedeli: salta la luce e crollano calcinacci

Una domenica da dimenticare per il centinaio di fedeli presenti alla messa di Pieve, frazione di Lumezzane: un fulmine ha colpito il campanile, salta la luce e si staccano pezzi dal soffitto

Foto d'archivio

Attimi di panico condiviso domenica pomeriggio nella chiesa parrocchiale di Pieve, frazione di Lumezzane: come scrive il Giornale di Brescia, intorno alle 18.30 un fulmine ha colpito il campanile del sacro stabile, facendo saltare immediatamente la corrente e facendo crollare dal soffitto alcuni calcinacci, che per fortuna non hanno colpito nessuno.

Sembrava un segno divino, ma al contrario: in quel momento c'erano almeno un centinaio di persone in chiesa, mentre il parroco don Riccardo stava celebrando la messa. Un boato all'improvviso: “Quasi come una bomba”, raccontano i fedeli presenti.

Poi venne il buio, e la chiesa che per lunghi attimi ha tremato: ci ha pensato proprio il sacerdote a tranquillizzare i presenti, a farli avvicinare per portare a termine la messa mentre qua e là almeno qualche luce veniva ripristinata.

Nessun pericolo per la solida chiesa della Pieve: l'area in cui si è staccato dell'intonaco e poco più è già stata cintata e messa in sicurezza, e sono già state verificate anche le condizioni di tutta la struttura. Una chiesa solida, dicevamo, che ha perso solo qualche pezzo. Pare infatti che anche all'esterno si siano staccati dei calcinacci, che hanno colpito (senza gravi danni) anche la casa di fianco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

Torna su
BresciaToday è in caricamento