Cronaca Chiari

Chiede aiuto ai carabinieri: "Mi hanno rapinato", ma si è inventato tutto

Protagonista un commerciante di Chiari. Si è rivolto ai carabinieri per denunciare una rapina subìta nel parcheggio di un centro commerciale, ma si è inventato tutto ed è stato denunciato

Aveva chiesto aiuto ai carabinieri dopo aver subìto una rapina, ma si era inventato tutto e ha dovuto incassare una denuncia. Il bizzarro episodio nei primi giorni di gennaio in Franciacorta, protagonista un 34enne di Chiari che, la mattina del 5 gennaio, ha bussato alla porta della stazione di Adro per denunciare un'aggressione sfociata in una rapina.

L'uomo ha raccontato ai militari di essere stato avvicinato da due sconosciuti nel parcheggio del centro commerciale dove ha sede il suo negozio. I due malviventi, forse stranieri, avevano agito a volto scoperto: brandendo un cacciavite lo avevano minacciato, mentre saliva sulla sua auto, per farsi consegnare l'incasso. Dopo essersi intascati i soldi, circa 2000 euro, i due erano fuggiti.

Un racconto confuso e lacunoso che fin da subito non ha convinto i militari. Le indagini avviate dai carabinieri hanno accertato che la versione dell'uomo era solamente frutto della sua fantasia: messo di fronte all’evidenza dei fatti, il 34enne ha confessato di essersi inventato tutto. Il motivo resta un mistero: il commerciante non ha infatti voluto chiarire le ragioni che lo ha spinto a denunciare un episodio mai accaduto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede aiuto ai carabinieri: "Mi hanno rapinato", ma si è inventato tutto

BresciaToday è in caricamento