Immobilizzata e stuprata al parco: cronaca di una notte da incubo

Stava tornando a casa dopo una serata con gli amici: al Parco delle Rogge a Chiari è stata aggredita e stuprata da un gruppo di giovani pakistani. La vittima è una 22enne bresciana residente in paese

Le poche centinaia di metri che la separavano da casa, dopo una serata con gli amici. L'incubo che si materializza in pochi attimi, nel buio di quel parco di cui i residenti si lamentano da tempo, soprattutto per le svariate (e forse tutt'altro che innocue) frequentazioni notturne. Immobilizzata, e stuprata, probabilmente da tutti e tre i giovani accusati di violenza: l'incubo di una ragazza di soli 22 anni, in una fredda notte d'autunno.

++ ULTIMO AGGIORNAMENTO ++
“La ragazza non è stata violentata, 
era consenziente e si è fatta pagare”

Tutto è successo lunedì sera, poco prima della mezzanotte, al Parco delle Rogge di Chiari. Non si sa cosa stessero facendo i ragazzi, quando l'hanno vista arrivare. Sono tutti e tre giovanissimi, di età compresa tra i 23 e i 26 anni, di nazionalità pakistana e richiedenti asilo: lo avrebbe confermato la Prefettura.

Non servono dettagli, per raccontare uno stupro di gruppo. La ragazza sarebbe stata avvicinata, minacciata e poi immobilizzata. L'avrebbero lasciata andare solo dopo aver abusato di lei. Dopo averla stuprata tutti insieme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di mamma Mara, uccisa a bastonate: aveva una bimba di 5 anni

  • Mara è stata uccisa di notte tra i campi, come il padre nel '93

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento