Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Minaccia di buttarsi dal tetto: maresciallo salva donna di 69 anni

Una donna di 69 anni con problemi psichiatrici sale sulla cima del tetto di una cabina elettrica, e minaccia di buttarsi di sotto: viene salvata appena in tempo dal maresciallo dei Carabinieri di Chiari

Una storia di disperazione e di coraggio, ma che per fortuna si è conclusa con lieto fine. Un suicidio per fortuna solo tentato, problemi psichiatrici che si protraggono da tempo, le grida di paura di chi l’ha vista sporgersi nel vuoto, l’intervento provvidenziale del comandante dei Carabinieri.

Succede tutto in pochi attimi – ma che sembravano non finire mai – nel pomeriggio di martedì, a Chiari. Protagonista dell’amara vicenda una donna di 69 anni, come detto con qualche problema psichiatrico alle spalle. Doveva essere ricoverata, per un Trattamento Sanitario Obbligatorio.

Ma al momento del trasferimento in ospedale è riuscita a liberarsi dagli infermieri: ha subito notato una cabina elettrica sulla sua strada, ha salito le scale e ha raggiunto il tetto. E’ salita fino in cima, a oltre 5 metri di altezza, poi ha minacciato di gettarsi di sotto.

Poco dopo sono arrivati i Carabinieri, tra di loro anche il maresciallo capo, il comandante della stazione di Chiari Davide D’Aquila. Proprio lui ha preso in mano la situazione: è salito anche lui sul tetto con la donna, le ha parlato, l’ha tranquillizzata, l’ha convinta a desistere dal folle gesto.

Tutto risolto, per ora. La donna è stata accompagnata in ospedale, il maresciallo è stato ringraziato per il coraggio e per la prontezza della sua azione. Non certo una favola, quanto una storia drammatica. Ma che almeno stavolta è finita bene.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia di buttarsi dal tetto: maresciallo salva donna di 69 anni

BresciaToday è in caricamento