Cronaca

Muore dopo cinque giorni d’agonia, la piccola Rebecca non ce l’ha fatta

Dopo cinque lunghi giorni d’agonia è morta in ospedale la piccola Rebecca, in vacanza in Sicilia con la famiglia e vittima di un tragico incidente in barca. Il magistrato ha disposto di effettuare l’autopsia

Un’onda anomala, e che avrebbe ribaltato la barca in cui si trovava con il padre, con lo zio e con un amico famiglia, sulle coste di Scaletta Zanclea, provincia di Messina. Poi il ricovero immediato al Policlinico, i disperati tentativi di salvarla, il coma. E a cinque giorni da quel tragico incidente, il decesso.

Non ce l’ha fatta la piccola Rebecca Mozzillo, bimba di soli 5 anni e residente a Cerese, nel mantovano. Quasi affogata dopo quell’incidente in barca, poi in coma per quattro giorni e quattro notti. Nella notte di domenica il decesso: il suo cuore ha smesso di battere, nel reparto di Terapia Intensiva del Policlinico di Messina.

In vacanza con la famiglia: papà Valentino e mamma Assunta, la sorella Federica, di 12 anni. Il padre è operaio, in un’azienda di Suzzara, la mamma lavora come assistente in uno studio odontoiatrico. Sulla morte della piccola indagano i Carabinieri, e la Guardia Costiera. Il magistrato ha chiesto e ottenuto di effettuare l’autopsia, sul corpo della piccola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore dopo cinque giorni d’agonia, la piccola Rebecca non ce l’ha fatta

BresciaToday è in caricamento