Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Invece di lavorare andavano a bere al bar, nei guai 9 operai comunali

Scoppia il caso a Castiglione delle Stiviere: nove i dipendenti comunali indagati per peculato e truffa allo Stato. Cosa sta succedendo

E' il più granitico dei “terremoti” in municipio, che si inserisce nella lunga serie di scandali dei furbetti del cartellino: come scrive il Corriere della Sera, a Castiglione delle Stiviere ci sarebbero ben nove dipendenti comunali iscritti nel registro degli indagati, con l'accusa (a vario titolo) di peculato e truffa ai danni dello stato. Due di loro sarebbero già stati rinviati a giudizio.

Sarebbero tutti in servizio all'Ufficio tecnico, dove gli unici estranei alla vicenda sarebbero il dirigente dell'ufficio stesso e il responsabile dei dipendenti. Anche il Comune sarebbe totalmente avulso a quanto accaduto, oltre che all'oscuro. Le indagini sarebbero state avviate ancora tre anni fa a seguito di un esposto alla Guardia di Finanza.

Avvistati al bar o a sbrigare commissioni personali

Secondo quanto ricostruito fino ad ora dagli inquirenti, i nove operai in più occasioni avrebbero timbrato il cartellino, al magazzino comunale in località Grole, per poi farsi bellamente i fatti loro. C'è chi avrebbe passato ore e ore al bar, e chi invece avrebbe approfittato dell'orario di lavoro per sbrigare commissioni e altre attività personali, anche utilizzando i mezzi del Comune. Sarebbero stati visti anche tutti insieme al bar. Come da prassi, in casi come questi e in attesa dei doverosi accertamenti, sono stati tutti sospesi dall'incarico, con immediata sospensione dello stipendio. Non si esclude una procedura collettiva di licenziamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Invece di lavorare andavano a bere al bar, nei guai 9 operai comunali

BresciaToday è in caricamento