Chiude il centro d'accoglienza, scappano 25 immigrati: "Tutta colpa di Salvini"

A Castenedolo ha chiuso dopo tre anni il centro d'accoglienza gestito dalla coop “Un Sole per Tutti”. Polemiche degli imprenditori: “Il decreto Salvini crea solo clandestini”

Villa con piscina, zona residenziale di Castenedolo di Via Mazzini: struttura abitativa riadattata dalla proprietà per progetti d'accoglienza. Fino al 30 novembre scorso, nei tre piani dello stabile erano ospitati 25 profughi e richiedenti asilo: l'immobile era stato dato in gestione a una cooperativa, che appunto l'aveva reso un centro d'accoglienza.

Fino al 30 novembre, appunto: da quel giorno la coop “Un Sole per Tutti” ha deciso di rescindere il contratto. La struttura era aperta e operativa da tre anni, dal 2015: a detto di Comune e residenti senza mai aver creato problemi. E i 25 richiedenti asilo? Alcuni sarebbero spariti nel nulla, altri trasferiti al Pampuri di Brescia, il Centro d'accoglienza straordinario (Cas) più grande della provincia, con due sedi e più di 300 ragazzi ospitati. In attesa di essere trasferiti in altri centri.

Ma non sempre va così. Questa è la denuncia degli imprenditori raccolta dal Giornale di Brescia: con il nuovo Decreto sicurezza, chiamato anche “Decreto Salvini”, vengono ridotte le possibilità di permessi umanitari, vengono ridotti i fondi per le coop che offrono servizi di accoglienza, viene ridimensionato il ruolo dello Sprar, il sistema di accoglienza gestito direttamente dallo Stato.

E molti immigrati, sapendo che senza il permesso umanitario loro un permesso non ce l'avranno mai, decidono di fuggire, di scappare, di entrare in clandestinità. Non c'è altra soluzione, per molti di loro, dopo che hanno attraversato mari e deserti in cerca di una vita migliore.

La denuncia degli imprenditori

“Uomini e donne senza un futuro, senza prospettive – spiega Marco Riva al Gdb, portavoce degli albergatori bresciani che hanno trasformato i loro hotel (chiusi) in strutture d'accoglienza – Gente che sa che non esiste più il permesso di soggiorno per motivi umanitari. E a questi si aggiungono quelli che stanno già lavorando, ma che senza il rinnovo del permesso di soggiorno saranno clandestini”.

“Oltre a Castenedolo – continua Riva – abbiamo chiuso i centri di Castegnato, Vione, Nuvolento e Poncarale. Siamo passati in poche settimane da 360 a 280 profughi: se ne vanno 20 a settimana, ma non certo in hotel di lusso. Vivono in strada e scappano dalla possibile espulsione. E' tutta colpa di Salvini e del suo decreto che crea solo clandestini”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • già agli imprenditori facevano comodo ma solo per guadagnare soldi che schifo

  • Grande Fragranza

  • Scappano? Li han fatti scappare chi vuole continuare a speculare.

  • Grazie Salvini Grazieeee

  • Avatar anonimo di Alex Mariani
    Alex Mariani

    Bene -se ora sono clandestini al primo fermo vengono ESPULSI.

  • Il problema sta solo nella terminologia… questi immigrati sono e saranno sempre dei clandestini, perché qui NESSUNO li vuole. Deve finire lo sperpero dei soldi pubblici ( i nostri soldi ). Questi imprenditori, che guadagnano sulla pelle di questi disgraziati, la devono piantare di fingersi benefattori con i sodi di chi paga le tasse, di chi (italiani) fa fatica ad arrivare a fine mese, di chi (italiani) non ha un tetto sulla testa. Non li vogliamo più, tutti questi stranieri che portano problemi (i loro) a non finire, nel nostro paese. Chi difende questa gente è solo un gran millantatore, un ipocrita solo capace a blaterare. Ipocriti che non siete altro. Quanti di voi li ospita gratuitamente a casa propria, da loro un lavoro, da loro un piatto di minestra, da loro un cappotto? Il discorso è uno solo: non puoi pensare di riempire l'Italia, i paesi, le città, le piazze di tutti questi immigrati senza MAI chiedere chi, effettivamente, li vuole. Chiedere è democratico, imporre è dittatorio. "Dea" li vuole a casa propria? Dea è arrogante come pochi, perché impone ai suoi familiari e ai suoi vicini di casa questo imbarazzo.

    • Grande, pienamente d’accordo, non si può in nessun modo imporre ad altri di mantenere altra gente, per nessun motivo al mondo, ognuno deve combattere nella propria nazione per avere libertà, democrazia e dignità, non pretendere che altri si accollino il tuo mantenimento

    • Avatar anonimo di Marco
      Marco

      il tuo ragionamento non fa una piega.

Notizie di oggi

  • Elezioni

    Provincia di Brescia, Comunali 2019: i primi 23 nuovi sindaci eletti

  • Cronaca

    Ciclabile verso la Valtellina: il sogno si avvera

  • Cronaca

    Baby gang in centro: 16enne colpito con un pugno al volto

  • Cronaca

    Cade in chiesa e batte la testa, gravissima una donna

I più letti della settimana

  • Professore si suicida in palestra, il corpo trovato da due studenti

  • Stroncata dalla malattia, muore madre di famiglia: il dolore di figli e marito

  • Grandine e nubifragi nel Bresciano: strade allagate, traffico nel caos

  • "Ucciso dai nipoti e messo in un sacco per far sparire il cadavere"

  • Schianto in galleria: feriti estratti dalle lamiere, strada chiusa

  • Ragazze portate d'urgenza al pronto soccorso, intanto il medico abusava di loro

Torna su
BresciaToday è in caricamento