menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Casa di appuntamenti... a luci rosse: arrestata una maitresse

Avrebbe sfruttato per un anno intero alcune ragazze, facendole prostituire in un appartamento preso in affitto da un'agenzia immobiliare

Arresto convalidato. Il giudice per le indagini preliminari ha disposto il carcere per una cittadina cinese di 45 anni, Z.L., arrestata dai carabinieri di Peschiera del Garda e accusata di aver creato una casa di appuntamenti in un appartamento vicino alla stazione ferroviaria di Peschiera. Il locale era stato preso in affitto da un'agenzia del posto, totalmente ignara ed estranea ai fatti.

La donna è stata arrestata al termine di un'indagine durata un paio di mesi e partita dalle segnalazioni degli abitanti dello stabile che avevano notato un insolito viavai, soprattutto nelle ore notturne. Oltre all'osservazione, le investigazioni dei militari si sono avvalse anche delle testimonianze dei clienti fermati dopo la consumazione dei rapporti.

L'attività della 45enne veniva reclamizzata tramite internet, con annunci che parlavano di un centro massaggi, il quale però metteva a disposizione dei clienti dei servizi facilmente intuibili. Gli annunci erano inoltre corredati di fotografie dimostrative di giovani e avvenenti ragazze orientali. I frequentatori della casa, attirati dall'annuncio in web, contattavano telefonicamente la maitresse, che concordava l'incontro fornendo l'indirizzo dell'alloggio. Per facilitarne l'individuazione, Z.L. aveva escogitato un pratico espediente: piazzava fuori dal balcone una bandiera dell'Italia che, oltre a fornire l'esatta ubicazione del luogo, serviva anche ai clienti abituali per capire quando le ragazze erano disponibili.

Secondo i riscontri dei carabinieri, l'attività troncata pochi giorni fa sarebbe andava avanti da quasi un anno. Nell'abitazione, probabilmente, si sarebbero avvicendate più ragazze, sempre di origine cinese. A volte, però, anche la stessa Z.L. si sarebbe prostituita. Al momento dell'irruzione del nucleo operativo di Peschiera, all'interno della casa c'era un cliente che aveva appena consumato un rapporto con una donna di circa cinquant'anni. Pertanto, nella piena flagranza del reato, è stato eseguito l'arresto di Z.L. All'interno dell'abitazione sarebbe stato rinvenuto denaro contante, e tutto il necessario per esercitare la professione.

Fonte: Veronasera

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Covid bollettino Lombardia 7 maggio: tutti i dati

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    Giornate FAI di Primavera 15 e 16 maggio 2021

  • Concerti

    Brescia: Omar Pedrini alla Latteria Molloy

  • Attualità

    Brescia vince il premio "Città italiana dei giovani 2021"

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento