La movida in nero dei locali del Garda: multe per 80.000 euro

I carabinieri hanno scovato 25 lavoratori non assunti

Foto di repertorio

Giro di vite sui locali della movida estiva del lago di Garda da parte dei carabinieri della Compagnia di Desenzano: nel corso del weekend sono stati passati al setaccio sette diversi locali, in cui sono stati complessivamente smascherati 25 lavoratori in nero e riscontrate irregolarità in violazione delle norme igienico-sanitarie. Per tre di questi locali è stata proposta la sospensione dell'attività. In tutto i militari hanno elevato sanzioni per oltre 80mila euro.

I militari hanno operato per tutto il fine settimana, con il supporto del personale dell'Ispettorato del Lavoro e dei carabinieri del Nil e del Nas. Sono stati effettuati numerosi controlli cosiddetti “preventivi” e “di sicurezza”, che hanno appunto coinvolto esercizi pubblici (bar e locali), luoghi di intrattenimento (discoteche) e strutture ricettive (alberghi).

Su sette attività controllate non ce n'è stata una in cui non sia stata riscontrata un'irregolarità: come detto, sono addirittura 25 i lavoratori in nero irregolarmente impegnati da imprenditori e titolari. Sono state poi contestate violazioni della normativa igienico-sanitaria e sulla tracciabilità degli alimenti. Tre sono i locali che rischiano la chiusura per sospensione dell'attività.

Oltre ai controlli nei locali i militari hanno portato a termine diverse operazioni anche sulle arterie stradali. In tutto sono stati controllati (e solo sabato sera) più di 100 veicoli e più di 500 persone. In poche ore sono state ritirate 6 patenti per guida in stato di ebbrezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento