Cronaca Capriano del Colle

Lo Stato ha deciso: via libera al nuovo impianto da 630 milioni di metri cubi di gas

A due anni dal Tar anche il Consiglio di Stato ha respinto le istanze di Comune e ambientalisti per la realizzazione del nuovo maxi-impianto di stoccaggio di Capriano, da 630 milioni di metri cubi

Prima il Tar, adesso anche il Consiglio di Stato: la decisione è presa, il nuovo impianto di stoccaggio di Capriano del Colle si farà. Lo scrive il Giornale di Brescia: il colosso sotterraneo potrà “ospitare” più di 630 milioni di metri cubi di gas metano, che resteranno in letargo durante il periodo estivo per essere poi rivenduti nel periodo invernale.

Con buona pace degli ambientalisti, e anche del Comune che si era impegnato in prima persona, presentando appunto un primo ricorso al Tar per fermare il progetto, ricorso bocciato due anni fa, e un successivo appello al Consiglio di Stato, che ha bocciato in via definitiva anche la seconda istanza.

Ormai è deciso: il gruppo Engie (ex Gdf Suez) potrà realizzare il maxi-impianto di stoccaggio proprio ai piedi del Monte Netto, scavando quanto basta (in profondità) per ricavare un'area adatta a contenere centinaia e centinaia di milioni di metri cubi di gas.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo Stato ha deciso: via libera al nuovo impianto da 630 milioni di metri cubi di gas

BresciaToday è in caricamento