Calvisano: il cacciatore con foto di strage di specie protette

La foto è stata rinvenuta in un capanno dalle guardie del Wwf in un capanno situato nei pressi di un laghetto artificiale. Oltre alla foto, sono stati rinvenuti sette animali compresi tra le specie tutelate dalla Convenzione di Berna

Nel Comune di Calvisano, le Guardie WWF hanno effettuato una perquisizione a un capanno utilizzato per la caccia agli acquatici: al suo interno sono stati trovati fauna abbattuta e centinaia di munizioni incustodite.

Dopo aver atteso per oltre un'ora il proprietario, sono stati avvisati i Carabinieri della Stazione di Isorella, grazie ai quali sono stati rintracciati i titolari dell’appostamento.

Sono state così denunciate quattro persone per omessa custodia di munizioni e utilizzo di mezzi vietati. Inoltre, nel capanno è stata rinvenuta una foto di uno dei cacciatori immortalato con in mano un mazzo di anatre abbattute, tra cui due volpoche, una specie particolarmente protetta.

La foto era stata scattata vicino al luogo del suo ritrovamento: è stato  deciso di effettuare un'ulteriore perquisizione, grazie alla quale sono state sequestrati sette animali protetti dalla legge sulla caccia e compresi tra le specie tutelate dalla Convenzione di Berna, in particolare: pantana, piovanello pancianera, piro piro culbianco e spioncello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutta la Lombardia zona rossa fino al 27 novembre: poi cosa succede

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Covid: 10 morti e 256 positivi, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Oggi conferenza Stato-Regioni: si spera per Brescia zona arancione

Torna su
BresciaToday è in caricamento