Cronaca Via Luigi Galvani

Brescia: nonnina dal sangue freddo mette in fuga due truffatori

Due malviventi erano riusciti a entrare nella sua abitazione. Lei, 79 anni d'età, quando si è accorta della truffa non ha mai perso la calma, e con un astuto espediente lì ha fatti fuggire a gambe levate

In via Galvani a Brescia, verso le 9 di mercoledì mattina, un'anziana signora di 79 anni è stata fermata nell’androne del suo palazzo da un individuo che indossava una pettorina catarifrangente arancione con strisce verdi.

L’uomo si è spacciato per un impiegato del Comune e ha convinto la signora a farlo entrare in casa, per verificare le modalità con cui effettuava la raccolta differenziata dei rifiuti.

Mentre erano in cucina, ha fatto ingresso nell’abitazione un altro individuo, vestito con maglia e pantaloni neri, che -mostrando un distintivo- si è spacciato per un agente della Polizia Locale.

Replicando un modus operandi già noto alle forze dell'ordine, il finto poliziotto ha mostrato alla signora due cornici d’argento prese dalla camera da letto, informandola di averle appena sequestrate a un ladro arrestato pochi minuti prima. I due truffatori hanno quindi iniziato a chiedere alla signora dove custodisse i suoi monili per controllare che non fosse stato rubato altro.

Insospettita da quanto stava accadendo, la donna ha mantenuto la calma e, preso il telefono, ha detto loro che avrebbe fatto vedere loro i suoi gioielli, ma solo dopo aver avvertito suo figlio agente di Polizia. Udito ciò, i due malviventi non si sono fermati un attimo di più e si sono allontanati velocemente non portandosi via nulla.

Scampato il pericolo con l'astuto escamotage, la 79enne ha chiamato veramente il 113, che ha inviato sul posto una Volante per raccogliere la denuncia e la descrizione dei truffatori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia: nonnina dal sangue freddo mette in fuga due truffatori

BresciaToday è in caricamento