menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto d'archivio

foto d'archivio

Spacciavano droga al parco: 10 in manette, 6 sono richiedenti asilo

L'operazione della Squadra Mobile di Brescia: sgominata una banda di pusher che spacciava hashish e marijuana ai giovanissimi frequentatori del parco di via Sardegna

Spacciavano alla luce del sole, presidiando il loro territorio 24 ore su 24: i lori clienti erano giovani e giovanissimi in cerca di hashish e marijuana, ma anche coppie con bambini piccoli al seguito. In manette, per spaccio di sostanze stupefacenti, un gruppo di pusher di origine centrafricana che operava al parco di via Sardegna, a Brescia.

In tutto sono stati arrestati 10 stranieri, sei dei quali richiedenti asilo. Per 4 di loro si sono aperte le porte del carcere, mentre 6 sono stati sottoposti al divieto di dimora. L'operazione è scattata dalle segnalazioni dei residenti della zona ed è stata condotta dalla Squadra Mobile di Brescia, che per incastrare i pusher si è avvalsa di un'articolata tecnica investigativa. 

Oltre alle telecamere, le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica, si sono avvalse anche di agenti sotto copertura che hanno finto di voler comprare la droga per smantellare la fitta rete di spaccio. 

L'attività investigativa, cominciata lo scorso febbraio, ha permesso di documentare numerosi episodi di spaccio, tutti avvenuti in pieno giorno: neppure la presenza di estranei - spesso bambini - o le  condizioni di tempo sfavorevoli scoraggiavano i pusher che svolgevano con disinvoltura il loro 'mestiere'.

Lo stupefacente veniva spesso nascosto all’interno di buche ricavate nel parco, nei cespugli o nei muretti di recinzione. L’operazione ha permesso di documentare l’abilità degli indagati nella gestione dell’attività illecita: gli spacciatori sono riusciti, in tempi brevissimi e in via continuativa, a reperire apprezzabili quantitativi di droga da vendere a giovani acquirenti, realizzando decine di transazioni giornaliere. Nel corso dell’inchiesta, sono stati complessivamente effettuati 24 arresti ritardati e svolti altrettanti recuperi di stupefacente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Coronavirus

Covid, sono 51 i Comuni bresciani con dati da zona rossa: l'elenco completo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento