menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fuori di sé picchia la madre, poi fugge in strada armato di coltello

L'episodio lunedì in via Gadola a Brescia, protagonista un 19enne con problemi psichiatrici: è stato fermato dalla Polizia locale

Momenti di paura lunedì un via Gadola a Brescia: un 19enne, affetto da problemi psichici, ha prima picchiato la madre, poi è fuggito brandendo un grosso coltello da cucina. La tempestiva chiamata al 112 della donna e l'intervento della Polizia locale hanno evitato conseguenze ben peggiori.

Il giovane, in preda a un raptus di follia, ha afferrato la madre al collo, facendola poi cadere. Dopo aver riversato la propria ira sulla donna ha preso un coltello dalla cucina e si è allontanato. Sul posto si sono precipitate le ambulanze e le pattuglie della locale: intimorito dalla presenza delle forze dell'ordine, il giovane si è rifiutato di rientrare a casa.  

Le pattuglie, formate da agenti esperti e dotate degli adeguati equipaggiamenti di sicurezza, hanno fatto quindi fatto allontanare i mezzi e si sono nascosti. Dopo alcuni minuti il giovane è ritornato verso casa: approfittando di una sua distrazione gli agenti sono riusciti a immobilizzarlo.

Il diciannovenne è stato quindi accompagnato in ambulanza al Pronto Soccorso e, successivamente, è stato ricoverato nel reparto psichiatrico dell’ospedale Civile. Al momento del fermo il giovane aveva con sé, nascosto sotto il giubbino, un coltello da cucina lungo 29 centimetri e per questo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento