Terrore fuori dal supermercato: pistola in pugno, minaccia clienti e passanti

L'episodio in pieno centro a Brescia, nel primo pomeriggio di giovedì: un uomo di 42 anni, bresciano, ha seminato il panico nei dintorni del supermercato Pam

Ubriaco fradicio e armato di pistola ha seminato il panico nel centro di Brescia. Attimi di puro terrore per i passanti e per le persone appena scese da un bus, che si sono trovate l'arma puntata dritta in faccia. 

Pistola in faccia ai passanti

A impugnare la rivoltella un 42enne bresciano, evidentemente alterato e in stato confusionale. Una situazione potenzialmente ad alto rischio: una passante ha dato l'allarme e in pochi minuti, davanti al supermercato Pam di via Porcellaga, sono arrivati gli agenti della Locale.

Preparati al peggio: i poliziotti indossavano tutti il giubbotto anti proiettile. Sono bastati pochi attimi per individuare l'uomo, minuziosamente descritto al telefono dalla donna che aveva allertato il 112.

L'intervento dei poliziotti

Per fortuna l'allarme era già rientrato: il 42enne non impugnava più la pistola e bloccarlo non è stato difficile. Un volto ben noto alla Polizia Locale: l'uomo, bresciano, ha alle spalle diversi precedenti penali. Non solo: frequenta assiduamente la zona e spesso infastidisce residenti e passanti.

L'arma che impugnava era finta, ma nessuno poteva saperlo: il colore argentato della canna, e la mancanza del tappo rosso - che contraddistingue le pistole giocattolo -  potevano trarre in inganno le persone non esperte in materia di armi.

Interrogato dagli agenti, il 42enne era completamente ubriaco e non è stato in grado di spiegare le ragioni del folle gesto: è stato denunciato a piede libero, per procurato allarme e minaccia aggravata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Coronavirus, contagiati altri due bresciani: primo caso sospetto in città

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Incidente a Pozzolengo: neonato di Lonato muore in ospedale

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento