Muore bimbo di un anno e mezzo: genitori indagati per omicidio colposo

Portato in ospedale per una crisi respiratoria, un bimbo di un anno e mezzo è morto nelle mani dei medici del Civile. I genitori sono stati iscritti nel registro degli indagati per il reato di omicidio colposo.

Foto di repertorio

Stamattina verrà eseguita l’autopsia che cercherà di fare luce sulla causa della morte di un bimbo di un anno e mezzo di vita residente in centro a Brescia. Il dramma è accaduto nei giorni scorsi, ma solo ora viene alla luce, assieme alla notizia dell’iscrizione nel registro degli indagati dei genitori della piccola vittima, immigrati senegalesi. 

I FATTI. Un pomeriggio di alcuni giorni fa al pronto soccorso dell’ospedale Civile di Brescia sono arrivati due genitori di colore con in braccio il figlioletto che presentava problemi respiratori. Sottoposto immediatamente alle cure d’urgenza dei medici, il piccolo è spirato dopo poco, nonostante i disperati tentativi di rianimazione. Ignote le cause del decesso, tanto che il magistrato ha disposto l’autopsia, che verrà effettuata stamattina alla presenza di un medico consulente nominato dalla difesa degli indagati, gli avvocati Francesca Pontoglio e Valeria Crivillaro.

Per attendere l’esito dell’esame ci vorranno non meno di 60 giorni, ma già al momento della conclusione potrebbero emergere indicazioni precise circa i motivi della morte del bambino, che nei prossimi giorni potrà avere la sepoltura. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento