Cronaca Urago Mella / Via della Pendolina, 21

Rogo in una villetta: morta l'82enne Stefania Bonardi

Il corpo della donna di 82 anni è stato trovato sul pavimento del bagno, probabilmente l'anziana stava cercando di sfuggire alle fiamme, divampate attorno alle 2 di lunedì notte.

Ciò che resta dell'interno della villetta distrutta dalle fiamme © Bresciatoday.it

BRESCIA. È stata trovata morta sul pavimento del bagno. Stefania Bonardi non è riuscita a fuggire dal denso fumo causato dalle fiamme che hanno divorato la sua villetta in un residence bresciano.

Un incendio divampato all’improvviso, poco prima delle due di lunedì notte, probabilmente d’origine accidentale e partito - stando ad una prima ricostruzione effettuata dai Vigili del Fuoco - dalla cucina, situata al primo piano della villetta di 400 metri quadrati. 

In quella casa l'anziana custodiva i ricordi di una vita, che ora spuntano dalle macerie, insieme ai vestiti e alle borse vintage collezionate dall’82enne, che per molti anni ha gestito un noto negozio d’abbigliamento in città: il Babayaga.

Stefania viveva da sola, i vicini la descrivono come una donna molto indipendente, che non voleva alcun aiuto. A svegliare gli altri abitanti del residence Pendolina è stato l’allarme del vicino di casa dell’anziana, azionato dalla densa nube di fumo che si è levata in cielo. Aperte le finestre, si sono trovati di fronte una scena infernale: “Le fiamme era alte almeno 4 o 5 metri”, raccontano.

Immediato l’intervento dei pompieri, che  hanno lavorato tutta la notte per spegnere le fiamme, evitando che si propagassero all’abitazione confinante. Ma per l’anziana non c’è stato purtroppo nulla da fare: è morta soffocata. Lascia il figlio Carlo, avuto dal marito da cui si era separata parecchi anni fa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rogo in una villetta: morta l'82enne Stefania Bonardi

BresciaToday è in caricamento