Mandano una bambina a rubare alla LiDL: quattro arresti

E' successo al supermercato di via Tadini a Brescia. Arrestate quattro giovani nomadi: per loro il divieto di dimora nel Bresciano

Mandano una bambina di 10 anni a rubare perché non imputabile. Per questo motivo, quattro giovani nomadi sono state arrestate dalla polizia, a seguito di un furto presso il supermercato LiDL di via Tadini a Brescia.

Il fatto è avvenuto domenica verso le 14:00. La ragazze hanno dapprima strappato le bande magnetiche da alcuni prodotti con un valore di circa 74 euro, sfruttando poi la minorenne per portare a compimento il furto.

Sono state però fermate dalla vigilanza interna, che le ha poi consegnate agli agenti della Volante. Convalidato l’arresto, per le nomadi è scattato il divieto di dimora nella provincia di Brescia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento