Cronaca Centro / Corso Giuseppe Zanardelli

Brescia: cade un pezzo di balcone, tragedia sfiorata in centro

Il blocco di 80 kg si è staccato dal balcone di un palazzo di corso Zanardelli ed è finito a pochi centimetri dalla vetrina di un negozio. Nessun ferito, ma tanto spavento tra i passanti

Il blocco di marmo da 80 kg caduto in corso Zanardelli (twitter@GdB_it)

BRESCIA. Un tonfo improvviso ha interrotto un pomeriggio di quiete e di shopping, seminando il panico tra i passanti e le clienti del negozio d'abbigliamento "Stefanel". A causare il forte spavento, il crollo di un capitello di circa 80 kg dal balcone di uno dei palazzi storici di corso Zanardelli, di proprietà dell'ex finanziere Emilio Gnutti.

Il crollo si è registrato alle 17 di giovedì 27 agosto, pochi minuti dopo l'ingresso di alcune clienti nel punto vendita davanti alla cui vetrina si è sbriciolato il pesante pezzo di marmo. La fortuna ha voluto che in quell'istante non passasse nessuno. Lo spavento però è stato forte, soprattutto per le clienti e la commessa del negozio.

Immediato l'arrivo delle forze dell'ordine: una Volante della questura e una squadra di Vigili del Fuoco, che hanno provveduto alla messa in sicurezza dell'edificio. In attesa di capire le cause del crollo e delle verifiche sulla stabilità della struttura, il negozio Stefanel è stato chiuso.

L'ex finanziere Emilio Gnutti, al quale appartiene il palazzo, si è detto sbalordito per l'accaduto e ha raccontato di aver sempre provveduto alla manutenzione dell'edificio, oltre ad aver chiamato l'impresa che si occupa della sicurezza dello stabile per verificare le condizioni di tutti gli altri capitelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia: cade un pezzo di balcone, tragedia sfiorata in centro

BresciaToday è in caricamento