Cronaca

Regole sanitarie non rispettate, lavoratore in nero: chiusa attività commerciale

I controlli di Finanza e Polizia di Stato

All’alba di venerdì 24 settembre, gli agenti della Questura di Brescia e gli uomini della Guardia di Finanza di Brescia hanno eseguito un'ispezione a sorpresa all’interno degli spazi dell’ortomercato cittadino.

Le Fiamme Gialle hanno verificato l’eventuale impiego di lavoratori irregolari e i potenziali episodi di illegalità riguardanti gli obblighi fiscali e la vendita di prodotti non conformi agli standard di sicurezza, mentre la Polizia di Stato si è occupata del contrasto dell’immigrazione clandestina.

Fortunatamente, è stato riscontrato un diffuso rispetto delle regole.i commercianti hanno dimostrato "spirito collaborativo e condivisione circa la necessità di svolgere controlli a tutela di chi opera correttamente sul mercato", hanno spiegato i finanzieri.

Sul piano delle irregolarità, le operazioni hanno rilevato tre violazioni in ordine alla sicurezza dei lavoratori e alle regole sanitarie, nonché all’individuazione di un lavoratore in nero che ha portato alla sospensione di un’attività commerciale. I cittadini di origine straniera identificati nel corso dell’attività sono risultati tutti in regola sul territorio nazionale.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regole sanitarie non rispettate, lavoratore in nero: chiusa attività commerciale

BresciaToday è in caricamento