Marito fuori di sé, urla e minacce contro la moglie: condominio nel caos

Mattinata agitata in un condominio di Via Ancona, quartiere Chiesanuova a Brescia: il marito dà di matto e minaccia di aggredire la moglie, in zona arrivano ambulanze e polizia

Mattinata ad alta tensione nel quartiere Chiesanuova a Brescia. Un marito che dà in escandescenze, la moglie che cerca di calmarlo ma senza riuscirci, l'intervento non di una ma di due ambulanze, e poi anche di una doppia pattuglia della Polizia. Tanto rumore per (quasi) nulla: dopo un paio d'ore di trattative e di schiamazzi la situazione è rientrata nella normalità.

Sabato mattina, in Via Ancona a Chiesanuova: in un condominio si sente urlare. E' il marito che si è parecchio alterato: non è la prima volta che succede, in passato qualche problema psichico mai risolto. Il rischio è che combini qualche guaio, o che peggio aggredisca la moglie: proprio lei cerca di calmarlo in tutti i modi.

Non si sa se ad avvisare il 112 sia stata propria la donna, oppure qualche vicino che la situazione già la conosceva. Comunque in pochi minuti arrivano le ambulanze, sono due: i sanitari però temono che la cosa possa degenerare, e chiedono aiuto alla Polizia. All'arrivo degli agenti la calma lentamente ritorna: qualche respiro profondo, allarme rientrato.

Anche la moglie non si è fatta nulla: rimasta incolume, il marito seppur in preda ad un raptus di rabbia non l'ha nemmeno sfiorata, nonostante le numerose minacce ad alta voce. In cui le avrebbe augurato il peggio. Era questa una delle tante preoccupazioni di una mattina parecchio agitata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento