"Hai una sigaretta?": risponde di 'no' e viene preso a pugni in faccia

Aggressione senza senso a Brescia, all'angolo tra Via Gallo e Via Scuole: ad avere la peggio un ragazzino di soli 17 anni, colpito al naso e in pieno volto. Si sarebbe rifiutato di offrire una sigaretta ad un ubriaco che girava a torso nudo

Una sigaretta negata – ma non per cattive intenzioni, semplicemente perché il ragazzo non fumava proprio – è bastata a scatenare l’ira incontrollata di un uomo non ancora identificato che ha colpito in pieno volto con un pugno un ignaro 17enne sabato sera intorno alle 22, a Brescia all’angolo tra Via del Gallo e Via Scuole.

Il ragazzo era solo quando è stato avvicinato dall’energumeno, tra l’altro a torso nudo nonostante la temperatura non fosse delle migliori. “Hai una sigaretta?”, avrebbe chiesto con fare arrogante, per poi reagire senza freni non appena il giovane gli avrebbe risposto di non averne “perché non fumo”.

Non ci ha più visto: probabilmente alterato da un cocktail di alcol e droga, ha sferrato un pugno in faccia prima di allontanarsi nel silenzio della notte. Il giovane è stato accompagnato in ospedale, al pronto soccorso: per fortuna niente di grave, solo un fiume di sangue dal naso e dalla bocca ma nessuna frattura.

Il giovane ha poi raccontato agli agenti di non aver mai visto prima l’uomo che lo ha aggredito: indaga la Polizia Locale, sulla base di una prima e sommaria descrizione fisica, in attesa di altri elementi utili a recuperare in quartiere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento