Cronaca Villaggio Badia

Una vita per i più deboli: morto a 82 anni Alessandro Guindani

Brescia: morto a 82 anni Alessandro Guindani, nato e cresciuto a Fornaci ma da tempo alla Badia. Rimarrà alla storia come un precursore: fu il primo a chiudere gli ospedali psichiatrici

Alessandro Guindani fu il primo a chiudere gli ospedali psichiatrici. Nella foto, la stanza di una struttura abbandonata

Viene considerato un precursore: fu lui per primo, a Brescia e forse in tutta Italia, a chiudere per sempre gli ospedali psichiatrici. Un primo passo verso le strutture moderne: i manicomi non più come “satellite” ospedaliero in cui i malati vengono abbandonati a sé stessi, sedati e pure peggio. Ma una struttura a sé stante in cui possono essere seguiti. E magari finalmente curati.

Questo il ricordo più grande che lascia Alessandro Guindani, morto a 82 anni sconfitto da una lunga malattia. Non era medico, ma era come se lo fosse: per questo anche nei mesi del suo male non ha mai smesso di vivere la sua vita, con la stessa serenità o quasi.

Era consigliere di amministrazione dell'istituto Cremonesini di Pontevico, che ancora oggi dà ospitalità a decine di donne disabili, che non possono vivere in casa con i familiari perché non autosufficienti, e che comunque hanno bisogno di cure e attenzioni costanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vita per i più deboli: morto a 82 anni Alessandro Guindani

BresciaToday è in caricamento