rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca Bedizzole

Macelleria abusiva in cascina: rischia una maxi-multa da 150.000 euro

Denunciato il titolare di un allevamento familiare a Bedizzole: carabinieri e Ats hanno trovato un locale atto a procedimenti di macellazione abusiva

Una macelleria abusiva in una cascina di Bedizzole: questo quanto è stato smascherato dai carabinieri Forestali della stazione di Gavardo insieme ai veterinari dell'Ats di Lonato, impeganti in un controllo in un allevamento di bovini e suini da carne a conduzione familiare.

All'interno di un locale non idoneo i militari hanno rinvenuto parti di un capo abbattuto e macellato di recente, di cui non era stata fatta alcuna comunicazione agli enti preposti. Non solo: nella stessa stanza erano stati appesi dei salami di carne di suino, anche questi probabilmente macellati nei giorni scorsi, senza aver comunicato nulla al veterinario.

Rischio carcere o multa salatissima

Il titolare dell'azienda è stato denunciato per reati relativi alla sicurezza alimentare e alla mancata applicazione dei regolamenti: come recita la legge, chiunque effettui attività di macellazione di animali, di produzione e preparazione di carni in luoghi diversi da locali o stabilimenti riconosciuti, può essere punito con l'arresto da 6 mesi a un anno o con una sanzione fino a 150mila euro.

Nell'azienda sono state poi riscontrate ulteriori irregolarità, tra cui la presenza di suini non censiti: i Forestali hanno sequestrato anche la pistola (con proiettile captivo) utilizzata proprio per l'uccisione degli animali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Macelleria abusiva in cascina: rischia una maxi-multa da 150.000 euro

BresciaToday è in caricamento