Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Condifesa: le assicurazioni come unica via per salvaguardare il futuro delle aziende agricole

Gli eventi meteorologici degli ultimi giorni confermano che l’assicurazione agevolata dei raccolti è una scelta imprenditoriale doverosa per proteggere il reddito delle aziende agricole dalle incognite di un quadro climatico imprevedibile

“Gli eventi meteorologici di questi ultimi giorni confermano quanto stiamo affermando ormai da anni: l’assicurazione agevolata dei raccolti è una scelta imprenditoriale doverosa per proteggere il reddito delle aziende agricole dalle incognite di un quadro climatico sempre più imprevedibile”.

Questo il messaggio lanciato dal presidente Giacomo Lussignoli ai soci di Condifesa Lombardia Nord-Est, riuniti in assemblea per l’approvazione del bilancio 2016. All’indomani dell’ondata di freddo abbattutasi sulle campagne bresciane come su buona parte del nord, con un colpo di coda invernale che ha portato gelate e danni sia ai vigneti che alle colture maidicole, orticole e frutticole in campo, Lussignoli rilancia l’invito a scegliere l’opportunità offerta dal Condifesa come strumento strategico ormai fondamentale per il futuro del comparto.

Negli ultimi anni ha detto il presidente, affiancato nel corso dell’incontro dal direttore Fernando Galvan – il clima ha subito cambiamenti troppo importanti per essere sottovalutati. Ormai non è più solo la grandine a far paura: sono tanti gli eventi improvvisi ed estremi capaci di influire negativamente sulle produzioni- Si va dall’abbinata gelo-brina divenuta di drammatica attualità proprio in queste ultime ore, alla siccità che pure si sta manifestando in questi ultimi mesi nei nostri territori in modo sempre più preoccupante. E non parliamo di sbalzi termici, eccesso di pioggia, alluvioni”. La disponibilità di prodotti che coprono tutto il ventaglio di rischi climatici è ormai ampia: ma secondo Lussignoli è necessario guardare oltre.

Il passo successivo deve essere un’assicurazione del reddito che tuteli gli aspetti qualitativi delle produzioni e non solo quelli quantitativi – spiega il presidente -. Ora a questo risultato possiamo arrivare tramite una gamma di polizze relative alle diverse calamità, ma come Condifesa stiamo ormai puntando senza indugi ad un polizza che tuteli il valore della produzione aziendale. E’ un passo che ritengo fondamentale e per il quale dovremo rinnovare il nostro impegno nel rafforzamento di una vera cultura assicurativa nel comparto: è necessario lavorare per stimolare costantemente l’attenzione degli agricoltori verso uno strumento oggi ancora trascurato da tanti. Per questo il messaggio della nostra assemblea deve arrivare non solo ai soci, ma soprattutto a chi non si è mai associato ed assicurato”.

Il 2016 si è chiuso comunque con numeri fortemente significativi per Condifesa Lombardia Nord-Est: 5500 i certificati sottoscritti, per un valore alla produzione assicurato pari a 255 milioni di euro su una base di 3550 soci. E per il 2017 sono in programma numerose novità.

Nelle prossime settimane partiremo con la sperimentazione di alcune polizze innovative su frumento, mais e uva – spiega il direttore Galvan - Saranno strumenti di carattere unico in quanto andranno ad allargare lo spettro degli aspetti qualitativi assicurabili in quanto abbinati al lavoro del nostro servizio di assistenza tecnica. Insomma, uniremo le capacità dei nostri agronomi alla capacità assicurativa per creare un servizio completamente nuovo per l’agricoltore”.

Saranno inoltre rinnovate le iniziative per la promozione e la conoscenza delle tecniche di agricoltura conservativa. “Portiamo avanti da tempo una serie di sperimentazioni in campo per avere riprova della validità di queste tecniche anche nei nostri territori – conclude Lussignoli - Quest’anno vogliamo andare oltre e fornire agli agricoltori i dati economici necessari a dimostrare la validità anche imprenditoriale di questa scelta. Ma non solo: abbiamo intenzione di implementare anche l’approfondimento sui nuovi sistemi di agricoltura di precisione, basati su tecnologie satellitari altamente innovative: anche questa una scelta che in fondo punta a dare vantaggi agli agricoltori per il contenimento dei costi e quindi, in ultima analisi, per il miglioramento del reddito”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condifesa: le assicurazioni come unica via per salvaguardare il futuro delle aziende agricole

BresciaToday è in caricamento