Cronaca Via Plan di Montecampione

Montecampione: «formài e salàm», presi i ladri gastronomi

Quasi 20mila euro di merce tra formaggi e salami, conserve e liquori: la "gustosa" refurtiva di un gruppo di giovani malviventi della Valcamonica. Un arresto e altre tre denunce da parte dei Carabinieri di Artogne

Quaranta bottiglie di liquore, diverse casse di vini anche pregiati, un vasto assortimento di conserve d’ogni tipo, una decina di salami e una ventina di forme di formaggio, oltre ad un camoscio “abbattuto illegalmente”: questo il lungo elenco della refurtiva “golosa”, il bottino rinvenuto dai Carabinieri della stazione di Artogne che un gruppetto di quattro giovani operai di Montecampione aveva lentamente accumulato, dopo una serie di furti compiuti in rapida sequenza tra minimarket, ristoranti, aziende agricole e pure seconde case abitate solo per sparuti periodi dell’anno.

In manette uno solo dei quattro, un 30enne, a cui viene contestata la “detenzione di arma clandestina”; altri tre giovani, di 33, 25 e 21 anni, se la dovranno vedere con l’accusa di ricettazione. Nel complesso i tre si sono portati a casa svariata merce per un valore complessivo che arriva a sfiorare i 20mila euro: non solo furti mangerecci allora, ma anche prodotti per l’igiene personale, una televisione, un forno a microonde, una stufa a pellet.

Non è la prima volta che i 'nuovi ladri' si specializzano, ancora da accertare la possibilità dei malviventi colti in flagranza di reato, magari 'operando' su un tagliere, con un coltello da cucina e qualche fetta di pane nostrano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montecampione: «formài e salàm», presi i ladri gastronomi

BresciaToday è in caricamento