Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

L’acqua si alza all'improvviso, restano intrappolati nella "Grotta del diavolo"

Una lotta contro il tempo che si è conclusa nel migliore dei modi, grazie alla perfetta sinergia tra gli oltre 50 soccorritori

Alto Garda. Intrappolati nella grotta: il livello dell'acqua, salito improvvisamente, ha bloccato cinque escursionisti altoatesini che, nel pomeriggio di domenica 3 novembre, stavano esplorando il "Bus del Diaol”. Si tratta di una grotta orizzontale, che si addentra per circa 800 metri nel fianco del Monte Stivo, situata in località Moletta nel Comune di Arco.

L'allarme è scattato alle 19.40 di domenica, quando un familiare di uno degli escursionisti, preoccupato dal mancato rientro dell’uomo, ha chiamato il 112. Le operazioni di salvataggio si sono concluse solo alle 9 di lunedì mattina.

I cinque, secondo le prime informazioni, sono speleologi con alle spalle diverse escursioni, ma l'esperienza non è bastata a metterli al riparo dall'imprevedibile innalzamento del livello delle acque, che hanno bloccato il sifone che taglia in due la galleria. A salvarli ci hanno pensato gli uomini dei Vigili del Fuoco volontari e del Soccorso Alpino. Presenti sul posto ben 43 tecnici speleologi della VI Delegazione del Veneto e del Trentino Alto Adige del Soccorso Alpino, oltre ai volontari di Riva del Garda e di Rovereto, e naturalmente ai Vigili del Fuoco di diversi corpi della valle.

Una notte intera per liberarli

I tecnici hanno subito capito che l'intervento non sarebbe stato di breve durata: occorreva infatti tutto il tempo necessario per svuotare il sifone con una serie di tubi e due pompe alimentate da un gruppo elettrogeno. I soccorritori sono riusciti a stabilire un contatto telefonico con gli speleologi bloccati all'interno per rassicurarli durante le lunghe ore dell'intervento.

Verso le 6 di mattina il sifone è stato praticamente svuotato dall’acqua e si è cominciato a scavare per togliere il deposito di sabbia che ancora ostruiva il passaggio, fino ad arrivare nel luogo dove erano rimasti bloccati i cinque escursionisti. Dopo essere stati rifocillati, riscaldati e visitati, i cinque escursionisti sono stati accompagnati fuori dalla grotta. Una lotta contro il tempo che si è conclusa nel migliore die modi, grazie alla perfetta sinergia dei molti soccoritori.

Fonte: Trentotoday.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’acqua si alza all'improvviso, restano intrappolati nella "Grotta del diavolo"

BresciaToday è in caricamento