rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Desenzano del Garda

Era l'uomo più vecchio d'Italia: in tantissimi per l'ultimo saluto al tenente Lattari

Aveva 110 anni il tenente Lattari, da un quarto di secolo a Desenzano del Garda: un pezzo di storia dell'Italia e dell'Arma dei Carabinieri

Il suo cuore aveva smesso di battere ormai da una settimana, il 30 maggio scorso: ma solo mercoledì 6 giugno sono stati celebrati i suoi funerali, così da permettere al figlio Lello (che vive e lavora all'estero) di poterlo raggiungere per l'ultimo e commosso saluto. Era l'uomo più anziano d'Italia, abitava da più di un ventennio sul lago di Garda, dalla metà degli anni '90.

Abitava a Desenzano insieme alla moglie Danuta, conosciuta e sposata nel 1973 in Polonia, quando Andrea Lattari (che aveva 65 anni) chiuse la sua brillante carriera nell'Arma dei Carabinieri. Ha lavorato soprattutto all'estero, prima di godersi la meritata (e mai così lunga) pensione.

E' morto a 110 anni il tenente Lattari, appunto il più anziano d'Italia: una vita piena di ricordi, di gesta eroiche, di ricordi tristi e lontani. Aveva visto da vicino la Grande Guerra, quando era ancora un bambino, aveva combattuto in Africa durante la Seconda Guerra Mondiale.

Classe 1908, era nato a Palermo: erano in tantissimi, in divisa e non, quelli che hanno partecipato organizzato nella chiesa parrocchiale di San Zeno a Desenzano. Lo piangono, oltre alla moglie Danuta, anche il figlio Lello e i nipoti Andrea con Caterina e Lello Michele con Agnese.

La famiglia ha dedicato un “ringraziamento particolare” al dottor Pierluigi Fondacaro, alla Fondazione Sant'Angela Merici, alla signora Ana e al signor Mario Vergine “per l'assistenza prestata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Era l'uomo più vecchio d'Italia: in tantissimi per l'ultimo saluto al tenente Lattari

BresciaToday è in caricamento