Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Notte folle per due fratelli: lanciano bottiglie in strada e picchiano i poliziotti

L'episodio risale a domenica notte, lungo l'autostrada BreBeMi: due camionisti bielorussi (fratelli di 33 e 29 anni) sono stati arrestati e condannati, probabilmente verranno espulsi dall'Italia

Foto di repertorio

Il loro comportamento a dir poco inqualificabile ha perfino convinto il Console di Bielorussia a fare una telefonata ufficiale alla Polizia Stradale, per chiedere simbolicamente scusa a nome di una nazione intera: i due fratelli scalmanati, arrestati e già condannati a 6 mesi di reclusione (con pena sospesa) domenica in preda ai fumi dell'alcol hanno aggredito gli agenti intervenuti per placare i loro animi, mandandone due in ospedale (niente di grave, per fortuna).

L'episodio risale alle 22, nei pressi della stazione di servizio Adda Sud in territorio di Caravaggio, lungo l'autostrada A35. I due giovani camionisti – Dimitry Shaminka, 33 anni, e il fratello Siarhei, 29 anni – sono stati richiamati all'ordine dai dipendenti della stazione di servizio, beccati mentre (completamente ubriachi) urlavano nell'area di sosta, sporcando per terra e lanciando pure qualche bottiglia vetro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte folle per due fratelli: lanciano bottiglie in strada e picchiano i poliziotti

BresciaToday è in caricamento