Christo: 1 milione e mezzo di persone, grande catena umana per l'addio

Si chiude dopo 16 giorni la grande avventura di Christo: quasi 100mila persone al giorno, 1 milione e mezzo di presenze sul Sebino per la passerella galleggiante. Ma quanti disagi per pendolari e residenti

Il Ponte di Christo (Instagram@floatingpiers)

Una sorta di catena umana (di bianco vestita) per salutare l'ultima volta The Floating Piers. In testa, i sindaci di Sulzano e Montisola, dietro di loro i centinaia (o forse i migliaia) di visitatori dell'ultimo giorno e dell'ultima ora del ponte di Christo. Stavolta è davvero finita: dopo 16 giorni la passerella (gialla, ocra o arancione: decidete voi) sta per essere definitivamente smontata.

A conti fatti, la fine di un'epoca: la fine di The Floating Piers. Si canta (e si balla) per l'ultima e attesissima giornata: sul ponte ci è passata pure la banda. Ricchi premi e cotillon: la passerella chiude i battenti. Numeri da intenditori: 100mila metri quadrati di tessuto, 220mila cubi di polietilene per farlo “galleggiare”, 15 milioni di euro di investimento.

Un investimento anche umano. Per chi ci ha lavorato, per chi ci ha vissuto. Ma anche per chi – e strano che nessuno ne abbia quasi mai scritto, che ci sia stato un tacito accordo? – sul Sebino ci abita o ci lavora, e per 16 giorni consecutivi (o poco meno) abbia dovuto subire code quotidiane, strade bloccate, lunghe file sulla tangenziale.

Perché Christo è stato anche questo: un grande successo artistico e mediatico, diciamo pure mondiale, ma anche una fatica infinita per chi sul lago ci abita, ci vivi, ci lavora, insomma fa avanti e indietro. Ne è valsa la pena, dicono i tanti. I tanti che però vengono da fuori, hanno fatto due settimane, magari un giorno appena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Certo i numeri non sbagliano mai. Circa 95mila persone al giorno, per tutti i 16 giorni. Picchi da 110mila, l'ultima giornata poco più di 86mila. In tutto fanno 1 milione e 400 mila, forse qualcosa di più. Una cosa mai vista, per il Sebino. Forse gestita un po' all'italiana. Ma comunque gestita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sente male nel suo locale, ristoratore bresciano muore mentre sta lavorando

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Coronavirus, in Lombardia via libera a calcetto e discoteche

  • Esce a buttare lo sporco e non torna: scomparsa giovane mamma bresciana

  • Intrappolato nel sottopasso, ragazzo di 30 anni rischia di annegare in auto

  • Bimba travolta e uccisa sulle strisce: l'automobilista si è costituito

Torna su
BresciaToday è in caricamento