L'addio della città al suo grande maestro: "Ci mancherà il tuo talento"

Venerdì pomeriggio i funerali di Giancarlo Facchinetti, morto a 81 anni dopo un brusco peggioramento delle sue condizioni di salute. Tutta la città lo ricorda con affetto

Foto di repertorio

“E' mancato un grande uomo e un grande musicista”. Anche l'amministrazione comunale di Brescia, con una nota ufficiale firmata dal sindaco Emilio Del Bono e da tutta la giunta, si unisce al cordoglio della famiglia per la scomparsa del maestro Giancarlo Facchinetti. Classe 1936, aveva appena compiuto 81 anni: da qualche giorno era ricoverato alla Domus Salutis per un peggioramento delle sue condizioni di salute.

Una storia cominciata da lontano, dagli anni duri del secondo dopoguerra. Senza dubbio alcuno, Facchinetti è stato tra i protagonisti più importanti e influenti del panorama musicale bresciano. Compositore, pianista, direttore d'orchestra, insegnante al Conservatorio (dove era amatissimo e stimatissimo da allievi e colleghi).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento