menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ricettazione di Cialis contraffatto: fermato un 70enne

Membro di una banda composta da 13 persone, il 70enne di Travagliato avrebbe rivenduto sul territorio - forse anche nelle farmacie - centinaia di confezioni di medicine.

L’ordinanza firmata dal gip del tribunale di Bologna Gianluca Petragnani Gelosi prevede per 18 persone la custodia cautelare e gli arresti domiciliari. Tra queste c’è anche un bresciano, 70enne, residente a Travagliato. L’accusa è grave: associazione per delinquere aggravata dalle modalita? mafiose, finalizzata al furto e alla ricettazione di medicinali, antitumorali, psicofarmaci, medicinali da banco e “da piacere”.   

Stando alla ricostruzione del pubblico ministero, l’attività criminale sarebbe partita nel 2014 con i furti messi a segno in 13 farmacie ospedaliere sparse per tutta Italia, furti che hanno fruttato un bottino da circa 3 milioni di euro. Nell’organizzazione criminale il 70enne sarebbe coinvolto in quanto ricettatore dei medicinali rubati, rivenduti poi nel nostro territorio. G.F., queste le iniziali dell’uomo, è stato fermato per due volte mentre trasportava grossi quantitativi di medicinali: la prima volta nell’agosto 2014 a Tortona, e la seconda, tre mesi dopo, mentre trasportava 210 confezioni taroccate di Cialis, il “viagra giallo”. 

Fermato e sottoposto all’obbligo di firma, il 70enne per ora si è avvalso della facoltà di non rispondere. Nel frattempo le indagini hanno scoperto che l’attività criminale messa in campo, con vicinanze alla camorra di Secondigliano, era molto ben organizzata: tutto, dalla pianificazione dei furti alla ricettazione, dal commercio estero alla vendita al dettaglio, era studiato nei minimi particolari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento