Lunedì, 17 Maggio 2021
Attualità

Dopo il buio, la luce: l'ospedale di Manerbio festeggia 16 nuovi nati

Quasi un record di nuove nascite nelle ultime 24 ore: l'ospedale di Manerbio celebra così la rinascita dopo i mesi bui del covid-19

La notizia ha un forte valore simbolico, perché è proprio in quell'ospedale (a Manerbio) si sono registrati i primi casi di covid-19 della provincia di Brescia: in queste ore il nosocomio della Bassa celebra l'arrivo di ben 16 nuovi nati, i piccoli che affollano i reparti di Ostetricia e ginecologia, la Pediatria e il “Nido” dell'ospedale.

Sembra passata un'eternità, ma di fatto sono poco più di quattro mesi: era il 24 febbraio quando venne annunciato (e ricoverato) il primo caso bresciano da nuovo coronavirus, ed è impossibile dimenticare tutto quello che è successo dopo, dal lockdown agli ospedali pieni alla paura, fino alle riaperture e ai timori (fondati) per quello che potrebbe succedere in autunno.

Ma questo è anche il tempo della rinascita, del ricominciare da zero, o quasi: ricominciare dalla vita. “Non è retorica dire che dopo settimane di buio e tristezza oggi è il bene che trionfa”, ha detto infatti al Giornale di Brescia Daniela Gatti, direttrice del reparto di Ostetricia e ginecologia. Da gennaio a giugno sono 370 i nuovi nati all'ospedale di Manerbio: di questi 133 tra marzo e aprile, in pieno lockdown.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il buio, la luce: l'ospedale di Manerbio festeggia 16 nuovi nati

BresciaToday è in caricamento