rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Basket

La Germani supera Milano e sogna in grande

Brescia non si ferma più: undici vittorie consecutive: neanche i primi della classe della Armani Exchange riescono a fermare la truppa guidata da Alessandro Magro

Specchio della storia e della tradizione della città che rappresenta, conosciuta al mondo come Leonessa d’Italia, la Brescia dei canestri targata Alessandro Magro prosegue indisturbata la propria marcia trionfale, capace di abbattere per l’undicesima volta consecutiva gli ostacoli che le si pongono davanti. E quando quell’ostacolo si chiama Olimpia Milano, la vittoria ha un sapore ancora più dolce.

Undici squadre avversarie, una dopo l’altra, cadute al cospetto bresciano: questo è il bottino strabiliante raccolto dalla squadra lombarda, al quale come detto si aggiunge anche la capolista. La Germani azzanna e affascina, fa divertire e sognare, regalando e regalandosi l’undicesima perla di fila. Una vittoria preziosa al cospetto di un PalaLeonessa A2A partecipe, sempre vicino alla squadra e stracolmo di gioia alla sirena finale. Un successo importantissimo ai fini di una classifica che sorride sempre di più alla squadra di coach Magro, che ancora una volta disegna un piano partita al limite della perfezione, ingabbiando a ripetizione l’attacco degli avversari e colpendoli sotto il loro canestro ben più di quanto fosse accaduto nei due precedenti di stagione.

Con 30-punti-30, la Germani consolida il terzo posto in un campionato in cui le sorprese non mancano, ma mai dalle parti di via Caprera, vero fortino del team biancoblu. Le pagine che restano da scrivere sono ancora tante: con questo piglio e questa voglia, Brescia può coronare il sogno più grande, quello di tramutare in sonanti vittorie il lavoro che Mitrou-Long (22 punti), Della Valle (21 con 4 triple a segno) e compagni compiono quotidianamente in palestra.

Sul parquet del PalaLeonessa A2A l’avvio è fin da subito ad alta intensità: la Germani parte infuocata, Milano ritorna in corsa ma a concludere il primo quarto con il naso avanti è proprio l’arcigna formazione biancoblu (17-15). Il secondo periodo del team bresciano è travolgente: con una magistrale prova di energia, carattere e qualità, i ragazzi di Alessandro Magro arrivano all’intervallo con un preziosissimo +10 in tasca, consapevoli di dover disputare altri 20′ di altrettanto valore per guadagnare li due punti in palio. Come ampiamente previsto, Milano rientra in campo con il coltello in mezzo ai denti, dovendosi però misurare con una Germani dura, anzi, durissima a morire che difende ancora e tenacemente il vantaggio conquistato (+6 al 30′). L’ultimo quarto è una bolgia: Brescia resiste agli attacchi meneghini senza cedere neanche di un millimetro, conquistando un successo che profuma di trionfo (pallacanestrobrescia.it).

Brescia-Milano, il tabellino

GERMANI BRESCIA-A|X ARMANI EXCHANGE MILANO 82-74 (17-15, 41-31, 64-58)

Germani Brescia: Gabriel 11 (2/4, 2/6), Moore 6 (0/2, 2/3), Mitrou-Long 22 (5/6, 3/6), Petrucelli 14 (4/7, 1/2), Della Valle 21 (0/2, 4/8), Eboua ne, Cobbins 4 (2/3), Burns, Laquintana 4 (1/4), Rodella, Djiya, Moss. All: Magro

Armani Exchange Milano: Melli 7 (3/4, 0/1), Rodriguez 10 (2/2, 2/4), Ricci 2 (1/1, 0/2), Biligha, Hall 11 (4/6, 1/4), Delaney 11 (2/4, 2/6), Mitoglou 8 (4/8, 0/3), Baldasso 1, Shields 8 (1/3, 2/4), Alviti, Hines 7 (2/6), Datome 9 (3/3, 1/2). All: Messina

Arbitri: Paternicò, Quarta e Bettini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Germani supera Milano e sogna in grande

BresciaToday è in caricamento