menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Museo di Santa Giulia

Il Museo di Santa Giulia

Zona gialla, la cultura che riparte: riaprono tutti i musei della città

Da giovedì 4 febbraio riaprono tutti i musei della città: orari e ingressi, le prenotazioni e come accedere

Non è ancora il tempo di brindare, ma con la zona gialla si è aperto uno spiraglio anche per la cultura: a Brescia tutte le sedi museali riapriranno da giovedì 4 febbraio, con un protocollo ad hoc per garantire la massima sicurezza ai visitatori. Porte spalancate in tutti i musei della città: Santa Giulia, il Parco archeologico Brixia, la Pinacoteca Tosio Martinengo, il Museo delle Armi Luigi Marzoli. Sarà possibile visitarli dal martedì al venerdì dalle 10 alle 18, ad accesso gratuito fino alla fine del mese, ma con prenotazione obbligatoria.

Il grande ritorno della Vittoria Alata

La grande novità, manco a dirlo, è sicuramente la riapertura del Parco archeologico arricchito dal graditissimo ritorno della Vittoria Alata, il capolavoro bronzeo restaurato dall'Opificio delle Pietre Dure di Firenze e collocato nel nuovo allestimento dell'aula orientale del Capitolium, curato dall'architetto spagnolo Juan Navarro Baldeweg. 

Sarà come un “battesimo”, una restituzione alla città: per l'occasione, simbolico taglio del nastro con il sindaco Emilio Del Bono, la sua vice Laura Castelletti, la presidente di Fondazione Brescia Musei Francesca Bazoli, il direttore della Fondazione Stefano Karadjov. Ma soprattutto, giovedì e venerdì, la presenza delle guide dei Servizi educativi di Brescia Musei.

Torneranno accessibili, sempre gratuitamente fino a fine febbraio, anche le mostre temporanee “Raffaello, l'invenzione del divino pittore” e “Juan Navarro Baldeweg. Architettura, Pittura, Scultura”, anche queste dal martedì al venerdì sempre dalle 10 alle 18, e con la partecipazione (il 4 e il 5 febbraio) delle guide di Brescia Musei, con visite guidate gratuite. 

Come accedere ai musei

Gli accessi ai quattro musei cittadini, come detto, sono contingentati e per farlo sarà necessario prenotarsi: direttamente su internet, sul sito web della Fondazione, oppure attraverso il Centro Unico Prenotazioni, aperto dal lunedì alla domenica dalle 10 alle 18, telefono 030 2977833-834 o via mail a santagiulia@bresciamusei.com o ancora, infine, in biglietteria (dal martedì al venerdì dalle 10 alle 17).

Questo il “piano” degli ingressi reso noto dalla Fondazione. Al Museo di Santa Giulia sono previsti ingressi di 20 persone ogni 15 minuti; a Brixia. Parco archeologico di Brescia romana 15 persone ogni 20 minuti; al Museo delle Armi “Luigi Marzoli” 20 persone ogni 20 minuti; alla Pinacoteca Tosio Martinengo 20 persone ogni 30 minuti; alla mostra Raffaello. L’invenzione del divino pittore 15 persone ogni 30 minuti e infine, solo per il 4 e 5 febbraio, alla mostra “Juan Navarro Baldeweg. Architettura, Pittura, Scultura” 15 persone ogni 30 minuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia si avvicina alla zona arancione: c'è una data per sperare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento