“Non è mai troppo tardi per studiare”, corsi serali per adulti

Giovedì 23 aprile la presentazione del Servizio Informagiovani del Comune, presso la sede di via San Faustino 33/b

BRESCIA. Il Servizio Informagiovani del Comune propone “Non è mai troppo tardi per cominciare a leggere e riprendere a studiare”, un incontro aperto al pubblico per presentare i percorsi serali disponibili sul territorio cittadino, finalizzati a ottenere un diploma e una qualifica. L’evento si svolgerà giovedì 23 aprile, alle 18, presso la sede di via San Faustino 33/b.

Saranno presenti le scuole che hanno inserito questa opportunità nel piano dell’offerta formativa per l’anno scolastico 2015/2016, tra le quali gli istituti di istruzione superiore Fortuny, Mantegna, Tartaglia-Olivieri, Abba Ballini e Gambara.

Nel corso dell’incontro, a cui parteciperà anche un rappresentante del Cpia (Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti) di Brescia, i docenti referenti dei corsi illustreranno i percorsi scolastici e saranno disponibili per eventuali domande e informazioni.

L’iniziativa si colloca nell’ambito dell’evento nazionale di promozione del libro e della lettura, dal titolo “Io leggo perché”, curato dall’Associazione Italiana Editori. Durante la serata saranno distribuiti gratuitamente ai presenti alcuni libri, per l’occasione donati all’Informagiovani dai responsabili del progetto.

“L’intento è informare gli utenti - scrivono gli organizzatori - sulle opportunità formative presenti nel territorio bresciano e, nello stesso tempo, promuovere il libro e la lettura sia per lo studio sia per lo svago e il divertimento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento