menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il dramma assurdo di Lina, uccisa mentre è seduta al tavolo del bar

Il destino beffardo non ha lasciato scampo alla 55enne Lina Gorni, che abitava proprio di fronte al bar dove si è consumata la tragedia. Indagini per omicidio stradale

In Via Milano la conoscevano in tanti: abitava in città da una vita intera, era solita frequentare bar, locali e negozi non lontani da casa sua. Così come stava facendo nel primissimo pomeriggio di lunedì, al “Leo Gaio”: si stava gustando un caffè all'aperto, erano circa le 13, approfittandosi delle belle giornate di sole di questo ottobre che ricorda la primavera. Ma il destino beffardo purtroppo non le ha lasciato scampo.

E' stata travolta e uccisa dalla Chevrolet Spark impazzita che è uscita di strada dopo aver evitato all'ultimo un'Alfa Mito che stava svoltando a sinistra per parcheggiare. Lina Gorni aveva 55 anni: abitava al civico 38 di Via Milano, insomma a due passi dal teatro del terribile incidente (il bar è al civico 38). Non è morta sul colpo: intubata sul posto, è stata trasferita d'urgenza in ospedale. Dove però si è spenta meno di due ore più tardi.

Sulla dinamica del sinistro indaga la Polizia Locale. L'Alfa Mito era ferma in mezzo alla carreggiata, alla guida un 71enne e con lui una passeggera, seduta al suo fianco: aveva messo la freccia per svoltare a sinistra e a quanto pare cercare un parcheggio. Dall'altra parte è arrivata la Chevrolet, guidata da una donna di 61 anni residente in Via Vantini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento