Il derby bresciano da non perdere: domenica Lumezzane-Feralpi

Primo derby in Lega Pro tra Lumezzane e Feralpi Salò, in campo al Comunale domenica 7 ottobre, dalle ore 15. Scambio di battute tra i presidenti Pasini e Cavagna: "Sarà una partita strana, ma che vinca il migliore"

Ci eravamo lasciati con una vittoria, 2 a 1 della Feralpi Salò alla Reggiana il 23 settembre scorso, mentre il Lumezzane dopo aver steso il Sudtirol portava a casa un importante pareggio esterno con la Cremonese del nuovo arrivato Beppe Scienza. Ora si contano si giorni, i pochi giorni che mancano al derby tutto bresciano della Lega Pro, prima edizione di una sfida a distanza ma non troppo che si ripeterà ancora, e ancora.

Altro che Memorial Saleri Torneo Città di Salò! Questa è una partita vera, la sesta giornata di campionato: squadre appaiate a 6 punti, partita dunque che può già fare la prima selezione. In mezzo c’è pure la Coppa Italia, Sudtirol e Albinoleffe.

“Un conto è vedere un avversario in allenamento, altra cosa è vederlo in una partita vera – ha detto il presidente Giuseppe Pasini – Ero a Cremona domenica, credo che il Lumezzane ai punti abbia meritato di vincere. Mi è parsa una squadra organizzata, molto solida e compatta in tutti i reparti. E occhio a non sottovalutare il fattore campo. Il pronostico? Dico 50 e 50. Il primo derby può essere una partita strana”.

Scambio dovuto di battute anche con il presidente valgobbino, Renzo Cavagna: “Ho visto Pasini, è venuto a salutarmi, abbiamo scambiato qualche battuta. Era lì con tutta la dirigenza, con lo staff al gran completo. Sono venuti a vedere come giochiamo, in un certo senso è giusto così. Ma noi il sabato teniamo già le porte aperte al pubblico, per la rifinitura”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Comunque vada, potrebbe essere un successo. Il tifoso vero è schierato, il bresciano medio ancora no: e allora come dei moderni De Coubertin, che vinca il migliore, e che vinca il calcio. Senza pensare alla classifica, dove il Lecce vola a punteggio pieno verso una promozione a cui non può rinunciare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brescia: terremoto di magnitudo 2.7, epicentro a Caino

  • "Oltre 2300 in terapia intensiva, governo pronto al nuovo lockdown in Italia"

  • Incubo coronavirus: 237 casi a Brescia, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Autocertificazione covid Lombardia: modulo da scaricare Ottobre 2020

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento