menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un canto in solitaria, un abbraccio alla musica: al Vittoriale l'esibizione di Syria

La cantante Syria si è esibita (da sola, a cappella) all'anfiteatro del Vittoriale: un gesto di solidarietà per la musica italiana e internazionale

Un gesto di solidarietà verso tutti gli attori dell'industria musicale italiana e una dimostrazione che la musica non si è mai zittita, nonostante i lockdown: è questo il senso (simbolico) dell'esibizione di Syria, al secolo Cecilia Syria Cipressi, che è stata accolta dal Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera, avvolta dall'anfiteatro nel primo giorno di primavera (altra simbologia non da poco). Nel dettaglio, la cantante si è esibita in un'interpretazione a cappello (il video è a fondo pagina) de “Il nostro concerto” di Umberto Bindi.

“Con questo gesto – si legge in una nota – il Vittoriale degli Italiani, definito da Syria come un luogo a lei molto caro, ha voluto esprimere la propria vicinanza al mondo delle arti dal vivo, con la fiducia di poter tornare presto ad accogliere artisti e pubblico nei propri spazi”.

Ingresso gratuito per tutto il personale sanitario

E' sulla stessa linea, in tal senso, anche l'esibizione del 18 febbraio scorso del noto deejay Joe T Vannelli, che solo pochi giorni fa ha “suonato” anche alla Rocca viscontea di Lonato del Garda, e prima ancora al Parco Giardino Sigurtà di Valeggio sul Mincio. Ma la solidarietà del Vittoriale non si ferma qui. Fin dalle prime settimane della pandemia, infatti, il Vittoriale ha offerto l'ingresso gratuito a tutto il personale sanitario lombardo, che nella prima ondata ha subito l'urto maggiore.

E non soltanto ai medici e agli infermieri, ma anche al personale amministrativo e dei servizi. Con il nuovo anno, in occasione del centenario della dimora del fu Gabriele D'Annunzio, il “dono” è stato esteso a tutto il personale sanitario italiano, “per manifestare – si legge – gratitudine e riconoscimento verso uno sforzo gigantesco e generoso”. Da pochi giorni medici, infermieri e tutto il personale sanitario d'Italia sono candidati al premio Nobel per la pace: “Non avrei mai pensato di anticipare, in piccolo, il Nobel – commenta il presidente del Vittoriale Giordano Bruno Guerri – ma sono fiero che anche il Comitato per il Nobel riconosca un merito di cui tutti dobbiamo essere grati”. 

Il Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera

Il Vittoriale degli Italiani è un complesso di edifici, vie, piazze, un teatro all'aperto, giardini e corsi d'acqua eretto dal 1921, a Gardone Riviera, da Gabriele D'Annunzio con l'aiuto e il supporto dell'architetto Gian Carlo Maroni, a memoria della “vita inimitabile” del poeta e scrittore e delle imprese degli italiani durante la Prima guerra mondiale. Il Vittoriale oggi è una Fondazione aperta al pubblico e visitata ogni anno da circa 180mila persone: ovviamente chiuso in queste settimane, nel rispetto del Dpcm e delle normative anti-Covid, aspettando la primavera e una golosa riapertura degli spazi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento