menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lombardia: Formigoni annuncia la scissione. Lega: "Si va avanti"

Le divisione dell'ormai ex Pdl a livello nazionale porta le sue conseguenze anche in Regione. Il Celeste annuncia che il partito si dividerà in due gruppi, ma entrambi continueranno a sostenere la giunta Maroni

Anche in Regione Lombardia, il Pdl si dividerà in due gruppi, quello di Forza Italia e quello del Nuovo centrodestra. Entrambi restano nella maggioranza che, con Lega-Lista Maroni-Fdi-Pensionati, sostiene la Giunta di Roberto Maroni dopo le elezioni del febbraio scorso e che ha 49 consiglieri su 80.

A far notare però che qualcosa si modificherà nella composizione del centrodestra lombardo ci ha pensato il predecessore di Maroni, Roberto Formigoni, che ha diffuso un suo tweet: "Guarda guarda cos'è successo alla Regione Lombardia - ha scritto l'ex governatore - 9 su 19 consiglieri del vecchio Pdl sono entrati in Nuovo centrodestra. Che succederà?". La decisione formale, all'inizio della settimana.

Se così fosse, ha dichiarato subito dopo il capogruppo leghista Massimiliano Romeo, "accadrebbe semplicemente che la Lega Nord diverrebbe il primo partito della maggioranza'' ma fino a marzo 2014 ''non vi è alcuna possibilità che la squadra venga cambiata" in Giunta. Dunque, ha concluso Romeo, "dalla burrasca del Pdl non ci sarà alcun effetto sulla Regione, andremo avanti col programma".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento